Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Loading

Speciale Boris: terza parte

boris serie tv

Per chi odia la televisione italiana Boris equivale ad una liberatoria valvola di sfogo.

La serie tv andata in onda dal 2007 al 2010 ha dato la possibilità di osservare da vicino come viene realizzato un prodotto seriale italiano. Il risultato è una perfetta metafora della patetica situazione culturale e sociale del nostro paese.

Sul set de “Gli occhi del cuore” c'è incompetenza, inettitudine, volgarità, incapacità, corruzione, clericalismo, disonestà, politica con tentacoli soffocanti, becero utilitarismo, sessismo, violenza, pochezza spirituale e sopratutto onnipresente ignoranza. Sì, senza dubbio lo specchio perfetto dell'Italia.

Tutti i protagonisti di Boris sono la rappresentazione divertentissima e drammatica delle dinamiche di potere e dilettantismo che muovono il "Bel paese": tre stagioni capaci di regalare bolle d'ossigeno e verità nell'asfittico panorama seriale italiano.

Vi proponiamo le scene cult di Boris... buona visione!

(Leggi la quarta parte).

21. Corinna: “A bello io tra 6 mesi so' fa Ferilli”

 

22. Biascica riceve finalmente gli straordinari di Aprile

 

23. “Maestro, gradisce un po' di cocaina?” “Ma dice sul serio?” “Certo” “E perché no, una volta ogni tanto...”

 

24. Alfredo: “Questa è la figlia di manzinga e questo è un paese dove i nomi contano! No, è inutile che la difendi! Perché questa Cristina ha veramente tritatato i coglioni a tutti... Olè, ben arrivata, Cristina!” Cristina: “Chi è Mazinga?” Alfredo: “Mazinga é un eroe... positivo!”

 

25. “Hai bestemmiato Biascica? “No”

 

26. Valerio Zanetti: Senti, non m'attacca' il pippone, per favore, eh. Pippone, siluro, come lo chiami?

 

27. - Biascica “A me risultano un po' volgari le zinne” - “Perché sei borghese!”

 

28. Te posso di' na cosa? Te volevo, no, io... a me non me ne frega un cazzo che sei 'a figlia de Mazinga. Io me sveglio alle 5 e c'ho i pupi, e devo veni' qua e già nun me va, poi arrivamo qua sul set e dove m'aspetto e per me questo è un atteggiamento de merda.

 

29. -Biascica ad Alessandro: Che culo che hai che sono eterosessuale, se ero retrosessuale era tutt'altra storia...

 

30. Dialogo sul mondo dello spettacolo e sui precari

 

Continua a leggere la quarta parte.