Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Loading

Speciale Boris: seconda parte

boris serie tv

Per chi odia la televisione italiana Boris equivale ad una liberatoria valvola di sfogo.

La serie tv andata in onda dal 2007 al 2010 ha dato la possibilità di osservare da vicino come viene realizzato un prodotto seriale italiano. Il risultato è una perfetta metafora della patetica situazione culturale e sociale del nostro paese.

Sul set de “Gli occhi del cuore” c'è incompetenza, inettitudine, volgarità, incapacità, corruzione, clericalismo, disonestà, politica con tentacoli soffocanti, becero utilitarismo, sessismo, violenza, pochezza spirituale e sopratutto onnipresente ignoranza. Sì, senza dubbio lo specchio perfetto dell'Italia.

Tutti i protagonisti di Boris sono la rappresentazione divertentissima e drammatica delle dinamiche di potere e dilettantismo che muovono il "Bel paese": tre stagioni capaci di regalare bolle d'ossigeno e verità nell'asfittico panorama seriale italiano.

Vi proponiamo le scene cult di Boris... buona visione!

(Leggi anche la terza parte).

11. -Biascica: Si oggi me vedi distratto no, nun ce far caso perché, come si dice no, nun me va de fa 'ncazzo!. Duccio: sfondi una porta aperta Biascica.

 

12. “Daje de vino Itala!”

 

13. “De che squadra sei” “Come, scusa” “De che squadra sei?” “Della... Roma?” “Bravo!”

 

14. “Chiudi su lei.. preoccupata? F5! Basita? F4! Fondo e nero? F7! Sconcertata? Non ce l'hai? Non ce l'ha! Basita...”

 

15. -Corinna: io ho… gli anni che ho… e me li sento tutti, me li sento tutti”

 

16. Avvocato: “Renè Ferretti?” Renè: “Senti a pezzo demmerda! Io vengo da Fiano Romano, capito?! Io ti stampo una cinquina in faccia ! Vieni fuori, c'ho il crick in macchina.. te lo faccio vedere io come mi chiamo.. 'sto stronzo! Avvocato dei miei coglioni! Capito? Sta' attento a come parli! Io t'ammazzo capito?! A figlio di una mignotta! Come mi chiamo..! .. No, scusi signora... capito? 'sto stronzo, come si permette dico io.. faccia da cazzo!”

 

17. Duccio: Ti piace veramente? Mollala!

 

18. Merda, daje, sposta 'sta pianata. Te piace er soprannome che gli ho trovato? Era mesi che lo cercavo. Era facile. Sposta a piantana, merda.

 

19.Io sto a fa' il lavoro che mi dice lei! Ca la faccenda de mi padre, de mi padre, de mi nonna, de li mortacci vostra. Ah signò! Io sto a destruttura' tutto, ma qui sto sempre peggio! E li mortacci vostra!

 

20. “E vaffanculo crucchi de merda! 2-0 a casa vostra! Grosso Del Piero! Po' po' po' po'!

 

Continua a leggere la terza parte