Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Loading

10 motivi per iniziare a vedere Orange Is The New Black

  • Scritto da Orazio Martino
orange is the new black Sono le 12:36 di domenica 17 novembre 2013 e ho appena finito di vedere la prima stagione di "Orange Is The New Black", la nuova serie ideata da Jenji Kohan e trasmessa dal canale statunitense Netflix, che se ancora non lo sapete sarà lo streaming del futuro, e tra poco lo sentirete urlare ancora più forte di Spotify.

Ma nel frattempo eccovi i dieci motivi per non lasciarsi sfuggire l'ultimo gioiellino della creatrice di "Weeds".

Piper Chapman e Alex Vause non vedono l'ora di fare la vostra conoscenza. Cosa state aspettando?

1. Perché, appunto, è la nuova serie di Jenji Kohan, una delle sceneggiatrici più osannate d'America, la mente dietro il capolavoro "Weeds" capace di riconfermarsi, e alla grande, con la prima stagione del progetto in questione.

2. Perché c'è uno dei più grandi figli di puttana nella storia della televisione via cavo. Nome il codice Maialbaffo, appuntatevelo da qualche parte.

3. Perché la sigla iniziale vale da sola il prezzo del biglietto.

4. Perché la sigla in questione è cantata da Regina Spektor, e il brano creato appositamente per "Orange Is The New Black".

5. Perché alcuni dialoghi sono davvero la roba più frizzante, incisiva e a passo coi tempi che potesse capitarci sotto mano da un po' di tempo a questa parte.

6. Perché il tema carcerario viene affrontato da un prospettiva diversa. Era ora, finalmente!

7. Per la magnifica presenza di Laura Preppon/Alex Vause, che va a collocarsi automaticamente nella top ten dei personaggi più amati dell'universo seriale. Un degno approfondimento lo trovate qui.

8. Perché gli ultimi dieci minuti della prima stagione sono Mulholland Drive all'ennesima potenza. Provare per credere!

9. Perché la seconda stagione è già in forno e sarebbe un vero peccato farsi trovare impreparati.

10. Perché è puro e intelligente intrattenimento televisivo.