Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Loading

Rock e Politica: i migliori dischi

La morte di Margaret Thatcher ha riportato in superficie il legame esplosivo tra il Rock e il mondo della politica.

Che si tratti di odio incondizionato, ribellione, idealismo o consapevolezza, da sempre la musica contemporanea ha fatto dell'attenzione per la società uno dei terreni più fertili per infiammare il cuore e aprire la mente ad intere generazioni. Cosa sarebbe il Punk senza la disoccupazione causata dalla “Lady Di Ferro” o l'Hardcore americano senza il liberismo sfrenato di Ronald Reagan?

Con l'obiettivo di fornire una panoramica sui diversi modi di fare politica attraverso il sacro fuoco del Rock, il sottoscritto ha sfoderato una selezione di dieci dischi, per poi ribadire il messaggio con un'“agguerritissima” playlist di 20 brani.

E poi, diciamoci la verità, tutti ci siamo esaltati con un bel pezzone contro il sistema. Buon approfondimento, e buon ascolto!

1. “The FreeWheelin Bob Dylan” - Bob Dylan (1963)

2. “The Clash” - The Clash (1977)

3. “Rage against the Machine” - Rage Against the Machine (1992)

4. “What's Going on” - Marvin Gaye (1971)

5. “Kick Out the Jams” - MC5 (1969)

6. “Meat is Murder” - The Smiths (1985)

7. “Pussy Whipped” - Bikini Kill (1993)

8. “The Shape of Punk to Come” - Refused (1998)

9. “It Takes a Nation of Millions to Hold Us Back” - Public Enemy (1988)

10. “Let England Shake” - Pj Harvey (2011)

Articoli correlati:

- Canzoni per andare a votare