Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Loading

Barbie Girl, le Spice Girls e i capolavori della nostra pubertà

  • Scritto da Orazio Martino
aqua Ci siamo passati tutti ragazzi, è inutile che girate la testa. Alzi la mano chi non ha una copia di "Aquarium" o una musicassetta delle Spice Girls conservati ancora da qualche parte!

Ebbene sì, per i nati nell'85 come il sottoscritto, saltare l'acquisto originale di "Backstreet Back" e del nuovo singolo di Anouk è stato praticamente impossibile (sì, i singoli si vendevano su CD, e "Nobody's Wife" era l'anthem generazionale delle scuole medie, senza capire un cazzo di inglese, naturalmente).

E allora ho pensato bene di segnalarvi una manciata di dischi super-pop che hanno completamente stravolto la nostra pubertà, segnando il passaggio dalla spensieratezza pre-adolescenziale alla disillusione degli anni successivi, dopodiché solo lacrime e sofferenza.

Naturalmente non poteva mancare il brano rappresentativo per far salire ancora di più il coinvolgimento emotivo.

Allacciate le cinture, e buon viaggio nel tempo!

Aqua: "Aquarium" (1997)

Spice Girls: "Spice" (1996)


Lene Marlin: "Sitting down here" (1999)


Natalie Imbruglia: "Torn" (1997)


Anouk: "Together Alone" (1997)


Backstreet Boys: "Backstreet's Back" (1997)


Goo Goo Dolls: "Dizzy up the Girl" (1998)

Lighthouse Family: "Postcards from heaven" (1997)


Britney Spears: "...Baby one more time" (1999)


Savage Garden: "Savage Garden" (1997)


Eagle-Eye Cherry: "Save Tonight" (1998)


E naturalmente siamo anche su Spotify. Aridaje!